Bridget Jones’ s baby. Una speranza per le nuove quarantenni

Finalmente stasera sono riuscita ad andare al cinema a vedere Bridget Jones’ s baby e che dire?
Dopo che anche la più sfigata delle sfigate si trova ad essere contesa tra due uomini meravigliosi e innamorati, non so se buttarmi dalla finestra o attaccarmi al barattolo della Nutella a mo’ di biberon.

bridget-jones-s-baby
Credo che sceglierò la seconda opzione, anche perchè, abitando al piano terra, rischierei al massimo un torcicollo, che non mi impedirebbe nemmeno di lavorare.
Nel frattempo ho notato che anche la Nutella è finita, probabilmente dopo qualche altra catastrofe emotiva più o meno recente, quindi non mi resta altro che cercare e trovare assolutamente il lato positivo nel fatto che anche Bridget Jones non è più una di noi.
E allora ragazze, sapete cosa vi dico? Basta piangersi addosso, se anche la single più imbranata del mondo, con una scarsa dialettica e un dubbio gusto in materia di outfit, ha finalmente avuto il suo lieto fine, perchè non dovremmo averlo anche noi? Anzi, non vorrei parlare per luoghi comuni, ma sembra proprio che questo nuovo capitolo di Bridget Jones voglia rassicurarci che l’amore arriva per tutti e quale momento migliore, se non questo, per ricordarcelo?
Ora che siamo nell’era di Tinder, degli appuntamenti al buio, ma parecchio buio, ora che le relazioni finiscono nel tempo di uno Spritz, ora che il mondo è pieno di quarantenni single che non credono più all’amore o che ci credono ancora e proprio per questo non capiscono perchè si sia dimenticato di loro, abbiamo bisogno di una speranza.

bridget-jones-s-baby-1
La vita non è un film, ma un film può essere uno spunto di riflessione, quante volte ognuna di noi si è sentita Bridget Jones? Ecco, da ora in poi, se volete continuare a farlo, dovrete trovare due uomini affascinanti, che fanno di tutto per conquistarvi e che anche di fronte alla notizia “sono incinta, ma non so chi di voi due sia il padre”, invece di arrabbiarsi e di mandarvi a quel paese, rimangono accanto a voi fino al parto, sperando di essere il padre del bambino.
Diciamo che abbiamo un bel po’ da lavorare, non sarà facile, ma se ce l’ha fatta Bridget Jones, forse ce la possiamo fare anche noi. Continuiamo ad essere noi stesse e sono certa che in un qualche angolo ben nascosto esiste un Mark Darcy che, quando tutto sembrerà ormai perduto, ci dirà “tu mi piaci… Da morire… Così come sei”.

This entry was posted in Gossip & love and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Bridget Jones’ s baby. Una speranza per le nuove quarantenni

  1. lorenzo says:

    Sei sempre la solita giustona che riesce a fare ironia su tutto! Brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *